L’amore da lontano

Quando si diventa genitori si prova un amore incondizionato, appassionato e viscerale nei confronti del cucciolo appena arrivato che tanto stravolge e cambia la vita. La famiglia si allarga, gli equilibri si modificano e il punto di vista generico e periferico diventa sempre più mirato all’accudimento amorevole. Il ruolo cambia, da figlio che fino a quel momento sei stato, diventi genitore. Ricopri quel ruolo che hai sempre rispettato ed amato ma che hai vissuto tu da figlio. Non è di certo solo la nuova genitorialità ad esserne coinvolta perchè accanto a noi, chi vicino chi lontano, ha qualcuno che diventa nonno, zio, cugino, prozio a sua volta. I legami di parentela si modificano e i ruoli procedono verso l’alto nell’albero genealogico che cresce accogliendo nuove radici. Tutto è mosso dall’amore, è come se le fronde esperte e vigorose dell’albero si piegassero con mesto rispetto ad accogliere e guidare con mano forte e presente le piccole radici appena arrivate, indifese ma piene di linfa vitale.  Un periodo di conoscenza, sguardi incrociati e manine protese verso i nasi e i tanto amati occhiali dei nonni, faccine complici, scherzi tramati sotto il tavolo, giochini fantasiosi, attività pratiche e dolcetti rubati di “straforo” con un labbrino supplicante.  I giochi sono naturali, spontanei, le idee volano e le possibilità di sperimentare non hanno mai fine. Un periodo di crescita nel quale ci si arricchisce a vicenda, si assorbe positività innata e gioia di vivere, ci si fa compagnia e ci si sostiene. La lontananza non aiuta ad instaurare un rapporto continuativo ma grazie al cielo la tecnologia aiuta! Non sempre il pc rende giustizia o colma bisogni ma ci si prova, la bravura e la sfida sta nel non far mancare niente ai piccoli che spesso e volentieri non realizzano il come e perchè un’immagine in movimento non si possa toccare anche se ben nitida e vicina. Le richieste di vicinanza sono spesso struggenti e difficili da affrontare con il sorriso.  Sentiamo una voglia smodata di poter condividere di più, di essere più vicino e di affidare ai rami esperti le nostre radici in crescita. Quel che unisce però sempre è l’amore, che non conosce ostacoli e barriere, soprattutto quello puro sincero e disinteressato dei bambini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...