Sono una mamma chioccia? LO VOGLIO!

Tu es une mère poule!

Tradotto: sei una chioccia….

muble, muble…attimo di riflessione silenziosa, sinapsi prepotente e non riuscita completamente a causa di un temporaneo disordine interno, trovo due concetti, li infilo uno dietro l’altro, sto per aprire le danze alle parole…non c’è più…dov’è? Ma dov’è cotanta saggezza che proferisce parole pungenti e a sproposito?

Quante madri si sono sentite giudicate, additate, discriminate e definite eccessivamente protettive nei confronti dei figli? Quante volte per una decisione di pancia e amore si assiste a montagne di consigli dati ma non richiesti?

Mi sono chiesta più volte se il mio atteggiamento di madre assecondante fosse sbagliato, ho esaminato più volte il mio modo di agire e pensare eppure non giungevo ad una soluzione unica.  Ho perciò deciso di esaminare punto per punto ogni aspetto del mio essere mamma per aiutare chi come me si è ritrovato più volte a spulciare ingiustamente atteggiamenti del tutto naturali che, sfortunatamente, non vengono ben compresi ed interpretati da gran parte del nostro entourage.

Potrei lottare ad ogni rifiuto, tirare per i polsi, forzare e spingere, otterrei ciò che voglio io e un figlio non soddisfatto di ciò che sta facendo. Potrei provare ad ingozzarlo a pranzo e chiuderlo in camera al pomeriggio. Riuscirei ad uscire ma non di certo con un bambino entusiasta, potrei leggere un libro, si,  ma avrei i singhiozzi di mio figlio nelle orecchie.

Potrei obbligare e non chiedere, imporre e non permettere di scegliere per il bagno, la cena, il libro da leggere, i giochi da inventare, riordinare e l’ora di riposare. Potrei trovare il tempo per un bagno caldo o una piega ai capelli ma sicuramente con un bambino amareggiato, ferito e triste.

Potrei decidere di correre a far compere nonostante mi si chieda il contrario. Avrei il frigorifero pieno e magari qualche vestito nuovo nell’armadio ma poca soddisfazione nell’aver fatto tutto ciò nel modo più triste.

Potrei lasciare ore e ore nel box a piangere il piccolino di casa mentre cerco di sistemare il sistemabile, per rendere tutto più vivibile. Avrei una sala più ordinata e una cucina più pulita ma il cuore infranto e le lacrime agli occhi.

Potrei chiudere nella stanza accanto i bambini prima di dormire perchè prima o poi dovranno abituarsi a dormire soli! Non avranno sempre bisogno di me! Riuscirei ad avere più spazio di movimento nel lettone, potermi girare e rigirare come meglio credo ma sicuramente poche ore di sonno e di nuovo il cuore in pezzi.

Mi sono posta più e più volte queste domande, ho letto tanto, mi sono informata, ho discusso animatamente, ho cercato di aprirmi allo scambio di idee ed alla condivisione, ma solo nel volto dei miei piccoli ho trovato una risposta.

Invece di tutti quei potrei ho sostituito un POSSO. Posso ascoltare i miei figli senza vincoli, posso sostenerli, farli parlare liberamente, seguirli quando corrono in discesa e raccoglierli e consolarli e sono caduti.Posso da loro fiducia quando vogliono a tutti i costi aiutarmi nelle faccende routinarie. Posso accompagnarli per mano al parco se lo desiderano e posso tenermeli tutto il giorno addosso chi in un modo chi in un altro, per offrire riparo consolazione amore e sicurezza. Posso cercare insieme a loro una soluzione che sia per tutti la migliore, posso pazientare e non forzarli, posso dormire con loro nonostante a volte sia scomodo, posso essere al loro fianco nei momenti di scelta. Posso essere la loro metà fino a che lo vorranno.

A tutti questi posso ho sostituito in modo molto naturale un bellissimo VOGLIO!

Se definire chioccia significa dipingere una madre che si prende cura apertamente, liberamente, indiscriminatamente e costantemente delle proprie creature…beh…niente di offensivo all’assomigliarmi ad una gallina!  LO VOGLIO!

Annunci

11 thoughts on “Sono una mamma chioccia? LO VOGLIO!

  1. bellissimo post… anch’io sono una mamma chioccia… e ne vado fiera! 🙂
    nonostante si viva purtroppo in una società che fa di tutto per farci sentire in colpa di tutto l’amore che diamo ai nostri figli… anzi, molte volte il mio cruccio è che non difendo abbastanza il mio modo di intendere la genitorialità. tu sei riuscita ad esprimere benissimo quello che anch’io sento e provo… grazie!

  2. cococococcodè, presente! sempre criticata dai più, sempre giudicata iperapprensiva, più volte accusata di “viziare” i miei figli…mmmah, sarà…sono certa di non viziare i miei figli in quanto cerco di impostare una certa disciplina e buona educazione ( se poi accontentare un bambino di manco 3 anni a farlo bere nel bicchiere del vino anzicchè in quello dell’acqua significa viziarlo,ebbene sì, lo vizio!…ad un compleanno mia cognata è stata così garbata di accusarmi di ciò )…per il resto ce la metto tutta per stare vicina ai miei bambni e spesso manco mi riesce. e da qui i miei sensi di colpa coi quali convivo ogni giorno, rimproverandomi ke forse non ho fatto di tutto per proteggere abbastanza i miei bambini. Allora, con piena consapevolezza di appartenere alla categoria “mamma-chioccia, dico ok, lo sono!

  3. concordo con te…..
    anche io sono una mamma chioccia, e ne vado fiera.

    lascio che gl’altri mi giudicano xk’ mio figlio di 22 mesi dorme nel lettone oppure nel suo lettino sempre di fianco al nostro lettone…. 🙂
    alla fine dobbiamo essere contenti e convinti noi genitori!!!

    1. Giusto, portare avanti delle scelte comporta sempre qualcosa, in questo caso di continuare a perseverare e dire a tutti di quanto siamo felici! Grazie sara per aver lasciato un commento!

  4. Anch’io sono definita una “mamma chioccia” dei miei 5 figli che adoro e per i quali continuerò ad essere MAMMA fino all’ultimo respiro.
    Non condivido però completamente il tuo discorso: non penso che sia positivo assecondare ogni loro richiesta, non abituarli a dei SANI NO, alle regole e alle piccole frustrazioni quotidiane. La vita non è in discesa e, compito di noi genitori, è educare i figli ed avviarli all’autonomia imparando ad affrontare le piccole e grandi difficoltà quotidiane. Spianando la loro strada ed assecondandoli sempre non li aiutiamo a crescere😉👍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...