Amore tra fratelli: avere due figli vicini

Avere due bambini vicini, parlano per me 16 mesi di differenza, significa per un certo periodo dedicare anima e anche, ovviamente, corpo al loro totale ed esclusivo benessere. Alla notizia di una new entry in famiglia i dubbi sono tantissimi: si vorranno bene, riuscirò a gestirli, organizzare le giornate sarà un’impresa, come potrò barcamenarmi tra i bisogni di uno e dell’altro? Tempo al tempo. Inutile farsi prendere dall’ansia e dall’agitazione. Tutto verrà da se.

A queste domande posso dare ora e solo ora una reale risposta sincera.

I fratelli, anche se vicini, si amano profondamente, incondizionatamente e appassionatamente.

Ma viene tutto da sè? Pensiamo a chi c’è già: ok, per 9 mesi ti dicono che dentro la pancia c’è il fratellino, tu la guardi crescere e vedi la mamma muoversi sempre meno agilmente, però realizzare che di li a poco avrai compagnia motoria, sonora e reale non è mica roba semplice! Alla nascita lo stupore la fa da padrone, tutto è scoperta per qualche giorno. Ricordo che la mia “grande” non si è mossa per due giorni dalla cesta del fratello per guardarlo…per studiarlo. Le misure così in piccolo sono realmente difficili da prendere anche per un neo genitore, figuriamoci per un bambino. “Ah ma allora non me la raccontavano solo che c’era un fratellino, c’è davvero!”

E da li si parte. Noi abbiamo gestito la cosa molto naturalmente, lasciando un contatto libero da parte della grande immediatamente. La stavamo a guardare, la incoraggiavamo per vincere una sorta di timore e timidezza che la rendevano titubante e lei si è avvicinata gradualmente, con delicatezza e comprensione quasi inspiegabili per una bimba della sua età. Era come se dentro di sè regnasse già un istinto protettivo ed amorevole verso il fratello. Lo lasciava riposare, gli si sedeva accanto, gli toccava le manine. E da li non ha mai smesso.

Oggi i giochi sono cambiati, sono più avventurosi, fanno mossettine per farsi ridere a vicenda, la grande ha a cuore il benessere del piccolo e si cercano in ogni momento. Il piccolo richiama l’attenzione della sorella e viceversa. Questo è vero amore tra fratelli. Non mancano i momenti di gelosia reciproca ma questo fa parte del gioco. L’importante, secondo me, è coinvolgere, perchè uno non esclude l’altro.

Abbiamo dei rituali in famiglia: il rituale delle scarpe quando si entra in casa, il rituale del  lavarsi le manine da soli, il rituale della nanna e anche quello del risveglio. E’ la sorella la prima a dare il buongiorno al piccolo al suo risveglio. E’ la prima che gli dice “ciao” sdraiandosi accanto a lui. E’ un suo compito che abbiamo incoraggiato, la fa sentire partecipe, sorella, amica e responsabile.

 

Annunci

2 thoughts on “Amore tra fratelli: avere due figli vicini

  1. Bello bello!!! Questo mi da fiducia anche a me 🙂
    visto che negli ultimi giorni ho un po’ di timore di come sarà quando nasce il fratellino… e soprattutto x la gestione.
    non sarò sola ho mia suocera che mi aiuta, ma non voglio che stia qui tutto il giorno…

    1. vedrai sara che andrà tutto bene e che sarà più semplice di quanto immagini. ci saranno momenti concitati però proverai enorme soddisfazione! sicuramente riuscirai anche da sola a fare del tuo meglio! stai serena!grazie per aver lasciato un commento! Un abbraccio e in bocca al lupo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...