Ma tu hai deciso che parto vuoi? _scegliere dove partorire_

Dove vai a partorire? Mah, non so, vado a vedere poi decido.

Oddio, cosi’ su due piedi la domanda sorge spontanea “a vedere cosa?” .Troppo spesso si bada all’apparenza: strutture nuove, belle pitture, disegni in sala parto ma in fondo, io credo, e’ la sostanza che conta. Per chi decide di appoggiarsi ad una struttura ospedaliera infatti e’ importantissimo chiedere come soliti operare. La nascita dolce, il contatto pelle pelle, il bonding mamma bambino, il contatto continuo fin dalle prime ore di vita non sono una prerogativa di tutte le strutture e spesso si rischia di rimanere deluse per aver dato piu’ peso all’apparire che all’essere.

Qui non si tratta di un paio di scarpe che mal che vada prenderanno l’ultimo posto nella scarpiera o di una maglietta che finira’ in fondo al cassetto, ma di una nascita. La nascita del tuo/vostro bambino e la TUA/VOSTRA come genitori. Credo ci sia una differenzea sostanziale, qui non si torna indietro, non merita dunque di essere una scelta ponderata, meditata e interiorizzata?

Io pensavo a come avrei voluto essere in quel momento e mi vedevo chiaramente: ero io, mio marito e il mio bimbo. E cosi’ e’ stato.

Sapevo che non avrei voluto sottostare a dettami di posizioni, interventi esterni precoci, disturbi da terzi. Il resto era molto nebuloso ma sapevo che mi avrebbe guidata il mio bimbo. Avevo pero’ chiarezza sul come volevo accoglierli.

Questa immagine mi rievoca momenti stupendi, momenti in cui ti senti padrona del momente consapevole nonostante tu non abbia mai vissuto prima quelle sensazioni. E’ strano ma il corpo, il bambino e l’istinto guidano perfettamente ed inequivocabilmente lungo un cammino il salita che termina con la pace ristoratrice, un abbraccio.

Non pensare all’esteriorita’, bada alla sostanza, bada a tutelare la tua riservatezza di madre che deve poter accogliere in modo rispettoso il proprio figlio. Concentrati sulle tue esigenza, sulle tue volonta’, solo cosi’ potrai ottenere cio’ che cerchi. Solo riappropriandoti del tuo sapere antico potrai raggiungere la consapevolezza di aver donato la vita felicemente.

Tutto il contorno serve solo per dare un aspetto, non per tendere la mano.

Annunci

5 thoughts on “Ma tu hai deciso che parto vuoi? _scegliere dove partorire_

  1. Come al solito concordo al 100%.. infatti io ho partorito in casa! è stata un’esperienza meravigliosa, ma soprattutto una SCELTA basata su una grande consapevolezza. Cosa che non ho riscontrato molto tra le donne incinta al giorno d’oggi. Secondo me alla base c’è l’errore di credere che il parto sia un’operazione chirurgica, un qualcosa da subire, di necessariamente medicalizzato, e non – come è se vissuto pienamente – un’esperienza intima e interiore.
    Nel momento in cui si è presenti a sè stessi e ci si fida del proprio istinto è tutta un’altra cosa.

    1. Ciao Dani e grazie per aver lasciato un tuo messaggio. E’ verissimo, La consapevolezza spesso lascia il posto a travolgenti sbandamenti dovuti a disinformazione e conformismo, “tutti fanno cosi’…lo faccio anch’io”. invece credo sia fondamentale la criticita’ e la scelta ponderata! Grazie ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...