Occorrono 70.000 cocciniglie per formare circa 500 gr di colorante E120

Occorrono 70.000 cocciniglie per formare circa 500 gr di colorante E120..il colorante rosso usato per alcuni gelati e torte…Sorpresi?
beh..questo è quello che mangiamo..
Voi cosa ne pensate?
10 punti a chi mi dice meglio la sua opinione
Forse lo si sapeva già o forse no, ma molti degli alimenti di largo consumo, fanno uso di coloranti di origine animale e non vegetale, infatti tra i vari coloranti l’E 120 é uno dei più costosi e tra i più richiesti, coloranti con variazioni rossastre prodotta dalla cocciniglie (cugina della coccinella)
L’estratto coccineale e’ estratto dalle uova dell’insetto Cocciniglia, che vive sui cactus del Peru’, delle Isole Canarie e altri luoghi.Il Carminio e’ un colorante più purificato fatto con le cocciniglie. In entrambi i casi la sostanza che fornisce il colore e’ l’acido carminico.Questi coloranti, che sono molto stabili, vengono usati in alcune caramelle rosse, rosa o viola, negli yogurt, nel Campari (no no ma fatevi pure l’aperitivo esagerato e di tendenza), gelati, bibite (tracannate pure litri e litri di robe rosse elettriche ) e altri cibi,  ma anche cosmetici e medicine.Questi coloranti hanno causato reazioni allergiche che vanno possono arrivare anche  a shock anafilattici quasi mortali.
Non si sa se esistano persone allergiche a queste sostanze, diciamo che lo si scopre vivendo (tipo roulette russa)La lavorazione: i delicati animaletti (ed i loro cugini che teniamo su un dito sentendoci fortunati) vengono allevati a dismisura e poi spesso uccisi (mica stanno ad attendere che invecchino, eh no eh?!)
L’E120 viene prodotto con l’estratto dalle carcasse

 

Nella sua forma solubile in acqua, è usata con “calcium carmine” nella produzione di bevande alcoliche , mentre la versione non solubile è utilizzata in una vasta gamma di prodotti.
Entrambe le forme assieme all’“ammonium carmine”, oltre che nelle bevande, viene usato nella preparazione di biscotti, dessert, diversi tipi di formaggi fondenti, farciture..salse e dolci.
Leggete le etichette delgli ingredienti, vi conviene, farete un favore a voi e a questi simpatici insetti.
729967702_6d8a8ab490
et voila’ la cocciniglia!
Annunci

16 thoughts on “Occorrono 70.000 cocciniglie per formare circa 500 gr di colorante E120

  1. E da vomito! Io ho sempre avuto le mie reticenze sui coloranti. Ma dove è possibile trovare informazioni su tt gli altri coloranti? Grazie

  2. 1) mettere le coccinelle quando si parla di cocciniglie e’ pessima informazione (si fa leva sull’emotivita’ che non ci sarebbe con le sole cocciniglie).
    2) sono 80-100 mila per kilo http://www.fao.org/docrep/v8879e/v8879e09.htm
    vuol dire che una cocciniglia produce 0.01 grammi, ma temo pesi molto meno di 1 grammo l’insetto, quindi nulla di cosi’ eccezionale
    3) l’informazione corretta sarebbe quanti insetti sono necessari per colorare 1 litro di prodotto. Un kilo di colorante e’ uno spavento!

  3. mimi, non hai studiato storia dell’arte? La porpora tanto amata in eta’ romana e’ estratta da molluschi. Tutti i colori erano ottenuti da pietre, piante o animali.
    Lo zafefrano che metti nel risotto era usato per dipingere in origine 😉 (graziosa infatti la storia/tradizione che narra come nacque il risotto allo zafferano).
    La cocciniglia era usata dagli Inca come colorante e infatti il colorante e’ prodotto sostanzialmente in Peru’.

  4. errata,corrige: Gli aztechi la usavano (e infatti era il Messico una volta il maggiore esportatore). Scusate, fatto un poco di confusione tra popolazioni precolombiane causa mia pessima memoria per i nomi

  5. Lo sapevo, per fortuna non ho mai amato le caramelle (a parte la liquirizia) e non bevo alcolici. Comunque non è detto che non sia entrata anch’io in contatto con queste sostanze.
    Queste sostanze sono usate da millenni, più che da secoli, però si spera sempre che l’uomo faccia qualche passo avanti.

    1. quelle povere bestiole li mi ricordo che le schiacciavo da bimba quando mi sedevo sui muretti del giardino e mi ritrovare le gambe piene di strisciatine rosse, puo’ essere fossero loro?

      1. come dicevo, non confondere le coccinelle (in particolare Coccinella Comune o Coccinella septempunctata), con le cocciniglie (coccidi o Coccoidea) 😉
        sono nemmeno parenti: la classificazione scientifica e’ comune fino alla Classe/sottoclasse Insecta/Pterygota, ma differiscono gia’ per Coorte ( Endopterygota vs Exopterygota). In comune hanno solo che sono alati
        http://it.wikipedia.org/wiki/Pterygota

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...