Un parto piacevole puo’ essere realta’, non solo nei sogni. E non é questo!

Questa volta lo premetto, questo post é rivolto a tutte le donne, madri e non, e a tutti gli uomini che nella vita hanno o avranno a che fare con la nascita di un figlio e con la loro RInascita a genitori.  Ma questa volta sappiate che il contenuto delle immagini che ho scelto e deciso di aggiungere al post saranno molto veritiere, molto dirette.

Naturale? Cosa c’e’ di naturale in tutto questo?  Questo pezzo di video riporta un parto subito, un parto sopportato, un parto che tutto ha tranne la naturalezza, una nascita meccanizzata, strumentalizzata ed aggressiva.

Purtroppo in alcune strutture ospedaliere, ancora oggi, le donne non hanno possibilita’ di scegliere, non possono essere libere di concedrsi il tempo di godersi il parto, questo bel passaggio da donna a madre.

Si parla di violenza sulle donne, questa dove la si colloca? Io personalmente la inserisco nella lista. Un evento che non ha niente a che vedere con la velocita’, con l’indifferenza e con la strumentalizzazione viene spesso manipolato in modo ingiusto ed invasivo lasciando un ricordo triste, sofferente ed indelebile nella mente e nel cuore. Gli strascichi ovviamente saranno evidenti e le possibilita’ di complicazioni piu’ accentuate.

Mi piacerebbe sapere, se l’operatore in questione sia uomo o donna, ma forse potrei immaginare, e nel caso, se fosse madre o padre. Trovo freddo e distaccato anche il contatto che il medico ha con il bambino, preso, tirato per il collo letteralmente e appeso per i piedi, mi sembra giusto eh?

Mai sentito parlare di secondamento o nascita della placenta? Credo di no.

E’ triste e spiacevole vedere come in cosi’ poco tempo possa essere distrutta la poesia dei nove mesi di attesa, di scambio emozionale e di aspettative idilliache. Vero, se ci fossero complicazioni nessuno starebbe con le mani in mano a pettinare le manguste (cit.) ma di certo si cercherebbe di trovare il modo e la maniera migliore per non traumatizzare una situazione che ci si dovrebbe GODERE!

Una famiglia in divenire puo’ godersi il momento del parto, ce lo si puo’ assaporare minuto dopo minuto e contrazione dopo contrazione, il tempo magari sembrera’ andare lentissimo, non procedere, ma da quando in qua la natura é Spidy Gonzales? Solo in situazioni molto particolari ed anomale, sporadiche ed eccezionali.

Penso che ogni mamma dovrebbe riappropiarsi dell’autostima che é facile farsi sfilare da sotto il naso da incompetenti ed ancor prima di mettersi tra le grinfie del lupo meditare su cosa realmente si vorrebbe vivere. Le possibilita’ sono tante, e giorno dopo giorno l’informazione fa passi da gigante per comunicare in ogni dove che una scelta consapevole non é un voler andare controcorrente ma un prendere coscienza del proprio essere e realizzare un desiderio. Il desiderio di una nascita belle, estatica, piacevole, rispettata, naturale, dolce, lenta, amorevole sono possono essere realta’, e non solo in sogno!

bdp1

Il video termina passando una scritta che dice “cosi’ soffre una madre per darti il regalo piu’ bello, la vita”. Non condivido pienamente, in questo caso la madre ha sofferto, vero, troppo, questo video é una barbaria. Ma questa non é e non deve essere la regola! Questo non deve essere la maniera di approcciarsi ad un parto né da parte degli operatori che gestiscono il corpo come fosse plastilina (epidurale o meno che sia) e né della madre che sicuramente timorosa e sfiduciata non potrebbe averne un buon ricordo, e dopo tutto, come darle torto!

 

Cacchio, nascere é uan festa, é una gioia, un evento stupendo, ti senti una super eroina, ti senti su di giri e tocchi il cielo con un dito, te lo devi poter godere, te lo puoi godere e te lo godrai. Chiedi il rispetto di non essere toccata, a quello ci pensera’ tuo figlio

Annunci

8 thoughts on “Un parto piacevole puo’ essere realta’, non solo nei sogni. E non é questo!

  1. è vero…nascere spesso è violento…forse anche perché a volte i medici non seguono linee guida attuali vanno un po’ a ruota libera per sbrigarsi prima…credo sia molto sensato reintrodurre l’assistenza domiciliare al parto…perché in casa le donne possono rispettare i propri ritmi….la maternità dovrebbe essere gestita dai consultori, anziché dagli ospedali…dove si dovrebbe andare solo per i cesarei….anche l’episiotomia che spesso viene fatta di routine…si eviterebbe rispettando i tempi del parto…. l’ISS ha avviato un progetto (il POMI) su questo, ma purtroppo mancano i dati sui parti in casa perché le ostetriche li che assistono spesso non consegnano il cedap e quindi non è possibile stilare delle statistiche nazionali

  2. Ciao Enrica e Loredana,concordo su tutto…mi viene spontanea una domanda : ma la madre che ruolo ha in tutto questo ? sembra proprio passiva…
    io non ho ancora avuto un figlio ma di certo cosi’ non mi andrebbe proprio.. e la posizione, ma non si andrebbe meglio seduta o in piedi ? gia’ la forza di gravita’ aiuterebbe. Ma! ne hanno fatto anche del parto una questione da medicalizzare…quella cosa che e’ sempre stata parte della natulaita’ della vita.

    1. La madre qui é assolutamente passiva, non partecipe, ma non credo per volere suo, credo solo per pratica, barbarica per altro. Purtroppo la nascita in molti casi é una vera e propria “sala operatoria”, interventismo senza motivi, fretta, ambiente inospitale e situazione fredda e che sicuramente non mette a proprio agio. Penso che questo video sia un chiaro esempio di parto strumentalizzato e una vera e propria violenza

  3. Sono assolutamente d’accordo con te… mi è capitato di vedere questo video su FB e ho pensato le stesse cose… purtroppo però ho amiche che ritengono che questo sia il modo normale di partorire e che non ci siano alternative… è per questo che io sono sempre felicissima di parlare del mio secondo parto che è stato veramente l’esperienza bella e goduta che auguro a tutte!
    Con l’occasione ti lascio anche un pensierino… se hai voglia passa da me sul blog…

  4. ciao Daria, sempre carina come sempre. Per fortuna che ci sono mamma entusiaste che hanno voglia di dire che nascere bene e tranquillamente si puo’ e che é tutto una grande festa! grazie mille! passo di certo!

  5. Ciao! Perché ho scoperto questo blog solo ora??? meglio tardi che mai, comunque…:) Non ho visto il video, perché non ho il coraggio. Già dalle tue parole immagino la desolante situazione. Un’altra donna violata nel suo istinto, non rispettata, non presa in considerazione. Un’altra vita in arrivo non rispettata nel suo bisogno di intimità e dolcezza…che rabbia! Io e la mia famiglia abbiamo avuto la fortuna di incontrare nel nostro cammino un’ostetrica angelo che è stata una vera e propria benedizione. I nostri due bimbi sono entrambi nati a casa con parto Lotus, in tutta tranquillità, senza intrusioni, senza forzature. Io ho avuto la possibilità di assecondare in tutto e per tutto il mio corpo e il mio istinto mammifero e il mio compagno ha potuto vivere appieno le nascite sentendosi anch’esso parte fondamentale dell’evento. Auspico un mondo in cui questa sia la normalità e non l’eccezione riservata a pochi fortunati come noi. Shanti, A presto, Valentina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...