Con cotanta madre….

La prima domanda che tutti quanti sembrano porsi appena varchi con il dito alluce la porta della sala parto é: ma a chi somiglia?

No guarda, ma lo sai che io nemmeno sono riuscita a capire cos’é successo? Ho partorito, spinto da matti, sono stata in estasi ore a fissarla ma mica te lo so dire.

“Ah, si é tutta il padre” “Ma no tesoro, dice lo suocero alla moglie, somiglia a te!”

No beh, ma ci manca anche solo questa! Cioé dico, l’incubo notturno di vedere la suocera nella figlia, con tutto il buon cuore del mondo, ma se anche cerchi disperatamente un briciolo di buon cuore dentro te e mi fai pervenire un piccione viaggiatore che mi sussurra all’orecchio “tua figlia é bellissima e con cotanta madre non poteva essere che cosi” mi fare piacere sai? Ecchecavolo!

Neanche riesci a capire che ore sono, hai sola la voglia di un paninazzo di quelli a cinque strati imbottito di salamen (bleah) e prosciutto crudo che gia’ senti la voce stridula della suocera che ti aspetta telefonando alle amiche : co co deee, co co co deee ecc ecc cose che manco capiscono loro, dette sempre in gallinaceo stretto. Senti il profumo di canfora che ha negli armadi di casa e che hai debellato totalmente dagli abiti di tuo marito solo due anni di convivenza, passare e infilarsi sotto la porta a spinta che ti separa dal corridoio dove Crudelia attende.

MMMMMMMMMMMMM, friggi di gioia, quasi quasi chiedi un cesareo d’ugenza, ma ti tocca uscire.

“Tesoroooooooo della nonna”

Eh no eh? Vacci pur pianino, se permetti sarebbe poi della mamma.

“Sei proprio bellaaaaaa, tutta papa’!”

Aridaje

Meglio tergiversare

“Ohhh che fame, tesoro, puoi portarmi qualcosa da mangiare?”

Senti uno sguardo pesante come il piombo arrivarti fra capo e collo come una manganellata, é lei, la terribile, che gia’ ti guarda indignata e con l’aria di chi ti vuol far sentire la peggior madre del mondo. Proprio lei che invece si era dimenticata di come si tengono in braccio le taglie mini, di come di coccolano e di come si cambia un pannolino.

Non vedi l’ora di beccarla in fallo, sul luogo del misfatto magari con il naso arricciato dalla puzza di una bella sgommata fresca fresca e un pannolino messo al contrario davanti.

Uh, e allora si, che potro’ dire “Bimbo mio, fortuna che tuo padre non somiglia a tua nonna!”

 

quel-mostro-di-suocera

 

Annunci

2 thoughts on “Con cotanta madre….

  1. recentemente ho trovato su internet una cartolina virtuale (un po’ cattiva, c’é da dirlo…) che recitava: “cara suocera, non insegnarmi come devo crescere i miei figli. ho sposato uno dei tuoi e francamente non mi pare che tua bbia fatto un gran lavoro…”. l’ho trovata geniale 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...