Il pericolo numero uno: la nonna

Esseri  che si raggruppano facilmente in capannelli ciarlanti fra le bancarelle del mercato e si nascondono dentro i negozi di merceria quando piove.

La nonna Ventolin, é quella ansiosa, sempre in preda alla tachicardia da spavento, quella che gira la testa a gufo per tenere d’occhio i movimenti dei nipoti anche mentre guida. La nonna Ventolin rimane costantemente in una condizione di battito accellerato perché previene qualsiasi disastro preparandosi allo spavento improvviso. Lei é avanti, anzi, davanti.

La nonna produci produci, non azzardarti mai a dire “Vorrei comprare una giacca per XY (suo nipote)” che guai, capta segnali creativi e risponde “te la faccio!” “no ma sai…” “no, te la faccio” . Ma si potra’ comprargli qualcosa a questo bambino?

La nonna prova del cuoco é quella che ti sforna diciotto crostate per colazione e venticinque portate per il pranzo domenicale. organizza un pasto “frugale” di due ore e prentende che i piatti siano puliti, se no s’offende! I commensali terrorizzati cercano di imbottire il cane che circola fra i piedi.

La nonna “vieni da me”, donna che non abbandona l’idea di essere la “nonna” e non la madre. Alla vista di un mescolino, seguito ad un rimprovero, del nipote, si precipita a braccia aperte spintonando la madre disgraziata per consolarlo e prenderselo sotto le ali dicendo “no no, ci sono io!” e magari ti guarda a pupille girate.

La nonna Indiana Jones che non é contenta se non ti consegna a casa il pargolo immondo da far schifo e con il naso pieno di fango. Ogni percorso segnato é noia, lei esplora. Si é comprata il passeggino 4X4 versione suv per strade sconnesse; la’ su’ il nipote si sente a cavallo di uno schaker e deve portare la cuffia anche d’estate per la differenza di altitudine.

La nonna adelina BlaBla: una bohemienne Parigina strettamente imparentata con la Pollon. Ride continuamente anche, e soprattutto, senza motivo, ha la testa fra le nuvole e intona canzoni per ogni occasione. Quelle per la cacca sono le piu’ estasianti.

La nonna DIN-DON-DAN :  lei non ha orari, da un appuntamento e lo baipassa nove volte su dieci. Te la ritrovi sotto casa agli orari piu’ strani e ti da la sveglia all’alba anche la domenica mattina. Alle sette driiiiinnnnnnnn “UH, sei in pigiama, stavate ancora dormendo?” “No no, mi manca di infilarmi le scarpe e sono pronta per andar dal panettiere”

La nonna fashion victim impallata con la moda a livelli stellari. Sa a memoria le collezioni per le stagioni future e ha scorso in lungo e in largo le passate. Brama gli UGG per tua figlia e OVVIAMENTE glieli compera (sapendo che li odio). Inizia a regalare reggiseni griffati a 3 anni e scarpe con il tacco a 2emezzo.

La nonna “se vuoi un consiglio…”:  i suoi non sono spassionate idee partecipative alla vita famigliare, ma imposizioni serrate obbligatorie e tassative, lo si legge fra le righe ma anche abbastanza direttamente “Io farei cosi’ e cosa’, se non lo fate, sempre secondo me siete dei cretini irresponsabili e ve ne pentirete amaramente a vita”  azz

La nonna BandaBassotti si rende la complice numero uno dei nipoti e trasgredisce con classe, ottiene l’eterno silenzio per un chupachupa  con qualche caramella in piu’ ed una manata dentro la nutella a meta’ mattina. “Noooo, non ti preoccupare cara, niente dolci, so che lo mangiate la sera il gelato” e poi…. “Tesoro della nonna vieni a prendere la caramella, cosa vuoi che sia!”

La nonna Himler: con lei non ha seconde chances, o mangi quello che c’é o fai la fame, anche se é palese che quello che hai cucinato ti fa cagare. Le regole nella sua casa sono ferree, ti tocca tenere pattine imbarazzanti costantemente, non puoi toccare nulla e guai a fare movimenti bruschi. Non parliamo poi delle urla: ti riprende immediatamente con il fischietto ammonendoti in tedesco.

La nonna picci-pucci: si rivolge ai nipoti sempre usando ogni tipo di vezzeggiativo o nomino amoroso dimeticandosi del vero nome. “Tesoro, vieni qui amore, si fiore mio, qui dalla nonna amore mio, bravo cuore mio, sei il mio amore grande,…vieni vieni…come ti chiami?”

 La nonna 2,0: sempre connessa ai social, twitta con la facilita’ del rutto e ti frega i contatti. Ha creato gia’ un account per la prole e tagga parenti e amici su foto imbarazzanti.

nonna1-1

Quale nonna avete a portata di mano?

Annunci

6 thoughts on “Il pericolo numero uno: la nonna

  1. Ma la nonna Pucci Pucci é pure quella che spara vezzeggiativi a tutto spiano o sbaglio? ” vieni tesorino che mettiamo il cappottino, il cappellino con gli stivaletti e i guantini! Hai fatto la cacchina prima di uscire? E chissà se incontreremo un bau bau o un miao miao mentre andiamo a fare la passeggiatina? E attento a non farti la bua eh? Dai, fai ciao ciao con la manina alla mammina! ( anche quando il porello ha 6 anni…)”
    Ci sta ? È la nonna giusta?
    Fantastico il “come ti chiami?” !!

  2. Oddio che ansia…davvero da paura queste nonne!
    Una domanda: e se una nonna racchiude più di uno di questi profili messi insieme come la mettiamo??
    ahhhhhh!

  3. Wow, superb blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your website is wonderful, let alone the content! cefdfkbgcbdd

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...