Think Positive: essere positivi. Voi come fate?

Da un po’ di tempo ad oggi ho preso come abitudine e come “privilegio” quello di ritagliarmi due minuti per me, giusto due, di concentrazione.

Che sia mentre pulisco per terra, che sia mentre allatto, che sia mentre faccio la doccia o mentre preparo la cena, due minuti, in silenzio per me.

Due minuti scorrono veloci ma proietto nella mia mente una specie di scheda con tutto cio’ che mi é accaduto nella giornata.

Colonna A ( – ) meno: ossia tutto quello che mi é successo di spiacevole, a cui non ho reagito come invece vorrei, perdite di controllo, superficialita’ ecc

Colonna B ( + ) piu’: cioé tutto quello che invece mi ha fatta felice o che mi rende orgogliosa, che sia un avvenimento in particolare o anche solo un approccio preciso.

COMPITO: spostare piu’  meno possibili nella colonna dei  piu’ .

Ripensando a quello che vorrei cambiare e che mi ha dato fastidio cerco di trarne dei punti positivi, dei motivi per migliorarmi ponendomi obiettivi, riflettendo e ripensando da dove poter cominciare per avere alla fine della giornata zero meno.

Ovvio, questo discorso torna se tutti i meno sono direttamente imputabili a te stessa, e quindi se tu per prima sei parte attiva nei giochi. Ma se, per esempio, ti fermi a chiedere informazioni e la persona che hai davanti ti risponde in malomodo? Cosa potrei fare per migliorare cio’?

Pero’, credo che potrei lavorare sulla fase successiva, cioé sull’effetto che eventi spiacevoli hanno in noi. Solo in questo modo potrei riportarli nella cassella giusta, delle positivita’.

Ad esempio all’informatore sgarbato potrei dire “grazie”, andarmene standoci male due minuti e poi pensare che dietro l’angolo potrei avere altre cento persone con una gran voglia di aiutarmi e con molto piu’ savoir faire di lui!

Qualcuno potrebbe definirla come “una magra consolazione” ma invece io penso che sia un modo per alimentare le energie positive che ognuno possiede e che troppo spesso vengono accantonate.

Lunedi’ sera le previsioni davano diluvio su Bruxelles e Dio solo sa quanta fatica faccia per entrare a scuola con due figli quando diluvia. Ero andata a dormire la notte con l’incubo di sentire la pioggia ticchettare sulle finestre al risveglio. Pfff. Beh, era tempo dei miei due minuti di tempo. Ho pensato che sapere in anticipo le previsioni era sicuramente un meno perché il pensiero dell’indomani gia’ mi scocciava e invece…mi sono detta che poi, alla fin fine potevo farcela a far arrivare una figlia tranquilla in classe, anche se con un po’ di umido e che sarei potuta ripartire con il piccolo in tempo per ritornare a casa e fare il pane fresco. Ero gia piu’ tranquilla. Il mio metodo conta e guardate un po’ che cielo mi aspettava martedi’!

Voi avete qualche metodo per recuperare le energie positive, migliorarvi e ricordarvi di sorridere sempre?

0

1

2

3

4

Annunci

6 thoughts on “Think Positive: essere positivi. Voi come fate?

  1. Questa filosofia mi piace molto, sarebbe bello riuscirci sempre…guarda, ci provo, sai?
    Ma a volte mi sento una pentola a pressione e devo proprio sfiatare in un qualche modo, altrimenti…scoppio.
    Comunque anche scoppiare ogni tanto fa bene allo stomaco

  2. Io ho due metodi! No tre! 1) quando le persone si comportano male scatta il metodo “Stai sereno, hai il ciclo?!” Insomma, buttarla sull’ironia; 2) Chi si accontenta gode, metodo “Oh, in fondo non mi manca proprio un caxxo 🙂 ” 3)Quando io mi comporto come non vorrei mi ripeto Coelho “Ogni guerriero della Luce ha avuto paura di affrontare un combattimento.
    Ogni guerriero della Luce ha tradito e mentito in passato.
    Ogni guerriero della Luce ha imboccato un cammino che non era il suo.
    Ogni guerriero della Luce ha sofferto per cose prive di importanza.
    Ogni guerriero della Luce ha pensato di non essere un guerriero della Luce.
    Ogni guerriero della Luce ha mancato ai suoi doveri spirituali.
    Ogni guerriero della Luce ha detto “sì” quando avrebbe voluto dire “no”.
    Ogni guerriero della Luce ha ferito qualcuno che amava.
    Perciò è un guerriero della Luce: perché ha passato queste esperienze e non ha perduto la speranza di essere migliore.” 😀
    Sai cosa non riesco MAI a portare nell colonna “+”? Quando succede qualcosa alla mia creatura… Anche di stupido, per esempio stamattina non ha fatto nemmeno in tempo in tempo ad entrare in classe, avvicinarsi al tavolino “delle femmine”, prendere un pentolino che “Noooo! Tu non giochi!!” O_o Il mio sguardo verso la mostriciattola treenne diceva “Vuoi essere incendiata subito o facciamo fuori con calma?!!?” >.<!!!!

  3. Per ristabilire la positività quando l’ottimismo vacilla, mi concentro sul respiro. Mi fermo: porto l’attenzione sull’aria che entra e che esce dal mio corpo e sposto tutta la mia percezione su di essa. Recupero così la calma e la lucidità, riapro gli occhi e ricomincio da capo. Oppure penso a come era la mia vita fino a qualche anno fa: sconclusionata, caotica, nevrotica…così riacquisto fiducia in me stessa e nelle mie capacità. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...