Attivita’ per bambini Reggio Children Inspired. Provocazione: il mare.

Cos’é una provocazione?

Secondo il Reggio Approach una provocazione é un incipit, un bit, una proposta.

Questo significa che ai bambini si deve proporre tutto fatto e loro devono solamente giocare?

No, non é cosi’, non avrebbe senso e non sarebbe sicuramente un metodo volto a sviluppare l’inventiva e le capacita’ di ragionamento del bambino.

A livello pratico?

Una provocazione é preparare un set, allestire un’attivita’, proporre materiali. Ad esempio, volete far si’ che i vostri bambini siano divertiti dal modellare, creare, impastare e creare? Offrite una palla di pasta che magari avete fatto assieme precedentemente assieme ad altri materiali: semi, fiori, sassi, sale grosso, colori a cera, tempere in tubetto, bottoni, legnetti e tutto quello che potrebbe sucitare la loro attenzione.

Allestire un set significa predisporre una serie di elementi attraverso i quali il bambino puo’ cimentarsi per eslorare nuove tecniche, nuove manipolazioni ed osservare cambiamenti.

Prima di proporre un’attivita’ é bene soffermarsi un attimo sulla finalita’ e sull’interesse che i materiali potrebbero suscitare. Quello che agli occhi di un adulto non rappresenta granché potrebbe invece essere una fonte inesauribile di idde per una piccolo. Non soffermatevi alle apparenze ma proponete in base alle attitudini dei vostri bambini.

In questo periodo, di ritorno da un bellissimo viaggio con parte della famiglia italiana a Tenerife, parliamo molto dei pesci e del mare. Nuotando ne hanno visto qualcuno libero, poi abbiamo visitato il bellissimo Loro Parque e i bimbi hanno visto nuotare le orche! Insomma, sono affascinati dal mare e da tutto cio’ che nuota.  Sapendo cio’, una sera prima di dormire, ho ritagliato con il feltro dei piccoli pesci, cavallucci marini e polipi, tutti colorati. Davvero carini.

Sono morbidi ed evocativi, ben impugnabili e verosimili, ma con un tocco bambinesco di colore irreale ma molto simpatico.

Ho preparato un cestino in vimini con i pesci ritagliati, una stoffa blu (nonostante avessero gia’ un tavolo gioco azzurro) e basta. Sono rimasti davvero affascinati dalle figure e hanno cominciato a giocare piano piano: prima mettendosi la stoffa in testa come una capanna, poi adagiandola sul tappeto ed infine sul tavolino. Hanno creato il mare, ci hanno messo i pesci e dal loro ripostiglio fruibile perché ad altezza bimbo, hanno preso pietruzze colorate e conchiglie che ci aveva portato il mare del nord.

Una provocazione ben riuscita e molto interessante. Mi hanno chiesto di approfondire con libri per cui su Amazon abbiamo inziato una ricerca, sulla quale vi terro’ informati, per acquistare libri educativi sui pesci e sul popolo del mare. Ovviamente dovremo parlare anche delle sirene!

 

E voi? Avete mai fatto qualcosa di simile?

Volete sapere di piu’ sul metodo Reggio Emilia? Parliamone insieme!

 

 

reggiochildren

 

 

reggiochildren

 

 

reggiochildren

 

 

reggiochildren

 

 

reggiochildren

Annunci

2 thoughts on “Attivita’ per bambini Reggio Children Inspired. Provocazione: il mare.

  1. Ma che spettacolo che parli del metodo Reggio Children. Io l’ho scoperto vivendo all’estero e mi sembra di aver capito che e’ molto piu’ conosciuto all’estero che in Italia, come del resto e’ successo al meteodo Montessori. Vorrei tanto avere la giornata di 48 ore per avere il tempo di fare tutto queste attivita’ con i bambini, ma tra i ritmi serrati della scuola francese, la stanchezza della sera e i doveri di casalinga spesso mi riesce difficile! 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...